News

WILLIAM KENTRIDGE | Solo Show, "Je n’attends plus (I am Not Waiting Any Longer)" all'LUMA di Arles

WILLIAM KENTRIDGE | Solo Show, "Je n’attends plus (I am Not Waiting Any Longer)" all'LUMA di Arles

William Kentridge debutterà alla LUMA di Arles quest'estate, la mostra Je n'attends plus (I am Not Waiting Any Longer) presenta un gruppo di opere importanti, alcune delle quali mai viste prima in Europa. Affrontando i temi della migrazione, dell'oppressione, delle relazioni razziali, della trasmissione della storia e del ruolo dell'artista in una società in difficoltà, la mostra riunisce un notevole corpus di lavori sperimentali e performativi.

  • LUMA Arles
  • Parc des Ateliers, 35 avenue Victor Hugo, 13200 Arles
  • 30 giugno 2024
WLLIAM KENTRIDGE | World Premier "The great yes, The great no" all'LUMA di Arles

WLLIAM KENTRIDGE | World Premier "The great yes, The great no" all'LUMA di Arles

Marzo 1941: una nave da carico parte da Marsiglia per la Martinica con a bordo diversi artisti e intellettuali in fuga dalla Francia di Vichy, tra cui André Breton, Claude Lévi-Strauss e l'artista cubano Wifredo Lam. Il meraviglioso artista visivo William Kentridge lancia lo spettatore in una delle sue avventure artistiche, politiche e spirituali di cui solo lui detiene il segreto: un'opera da camera ispirata alle avanguardie dell'epoca, che mescola il surreale e l'irrazionale (maschere, collage, proiezioni) e coinvolge danzatori, interpreti, coristi e strumentisti in un vasto intreccio di stili musicali, soprattutto africani e caraibici.

  • LUMA Arles
  • Parc des Ateliers, 35 avenue Victor Hugo, 13200 Arles
  • 7 – 10 luglio 2024
TOBIAS ZIELONY | "The remains of nothing" al Museo Madre di Napoli

TOBIAS ZIELONY | "The remains of nothing" al Museo Madre di Napoli

Il progetto prende il titolo dall’omonimo romanzo del 1986 di Enzo Striano che racconta la vita di Eleonora de Fonseca Pimentel e la rivoluzione del 1799 che porta alla nascita della breve Repubblica Napoletana. Tra soggettività e storia, il libro parla della possibilità di trasformazioni sociali e antropologiche in un’epoca di fortissimo cambiamento per la città partenopea. La mostra parte da uno sguardo sul lavoro di uno dei protagonisti più visionari della scena architettonica italiana della seconda metà del Novecento, Aldo Loris Rossi.

  • Museo Madre, Museo d'arte contemporanea Donnaregina
  • Via Luigi Settembrini 79, 80139 Napoli
  • 30 maggio – 29 luglio 2024

Mostre Attuali